Come si mangia il sushi

Come si mangia il sushi? Molti italiani se lo stanno chiedendo dopo che la pietanza giapponese ha spopolato sulle tavole del Bel paese. Questo articolo spiegherà come mangiare il sushi correttamente per evitare di fare brutta figura al ristorante giapponese con amici a parenti. Per essere un buon commensale è bene anche tenere a mente i termini più importanti del sushi dizionario.

Ecco il galateo del sushi da tenere a mente durante un pranzo o una cena giapponese. Troverai 10 consigli fondamentali da seguire alla lettera per sfatare alcuni miti come: mangiare il sushi con le mani è corretto?  Ecco gli errori da non commettere assolutamente a tavola.

Mangiare al giapponese: 10 regole d’oro

Non importa quale tipo di sushi dobbiate mangiare, seguendo questi 10 consigli saprete finalmente come saziarvi di sushi nella maniera corretta. Stupite i vostri commensali seguendo i nostri suggerimenti e i nostri trucchi, non ne rimarrete delusi! Ecco il galateo del sushi secondo il Senpai.

1Mangiare il sushi con le mani non è reato

Si è portati a credere che l’unico modo corretto di mangiare il sushi sia quello di utilizzare le bacchette, ma non c’è niente di più sbagliato. Mangiare il sushi con le mani non è proibito dal galateo del sushi!

Se non siete abituati ad usare le bacchette, anzi, sarà molto meglio utilizzare le mani, eviterete così di ‘fare a pezzi’ il sushi e anche una brutta figura. È molto importante conoscere il modo corretto di utilizzare le bacchette, ma non è l’unico modo per gustare il sushi!

L’unica eccezione si ha nel caso in cui dobbiate mangiare il sashimi: lì la tradizione giapponese impone l’uso delle bacchette. A proposito, conoscete qual è la differenza tra sushi e sashimi?

2Non dividere il sushi a metà!

È considerata una grande mancanza di rispetto verso lo chef, che impiega le sue forze e la sua attenzione al fine di rendere il vostro sushi perfetto. Ci vuole molto tempo per modellare perfettamente il riso e un vostro morso vanificherà tutto il loro impegno, cosa che in Giappone non sarebbe assolutamente accettata!

In alternativa, potrete chiedere allo chef di rendere più adatto alle vostre esigenze il sushi: non vi deluderà!

3Non mischiare il Gari con il sushi

Il gari è un sottaceto che accompagna solitamente il sushi e il sashimi: si tratta di zenzero marinato in una soluzione di aceto, acqua e zucchero. Ha un sapore molto deciso ed è per questo usato tra una portata e l’altra al fine di ripulire la bocca dai sapori precedenti e prepararla ai nuovi, che potranno essere apprezzati appieno.

Proprio per questo non è consigliabile mischiarlo con il sushi: perderete il suo vero sapore e anche in questo caso non renderete felice il vostro sushi maker, infatti in Giappone è considerato maleducato unire le due pietanze. Se proprio non tollerate il suo sapore potrete sempre sciacquarvi la bocca con un buon vino per sushi.

4Non affogare il vostro sushi nella salsa di soia

Se volete rendere più saporito il vostro sushi fate pure, ma non privatevi del suo sapore unico! Il segreto è intingere il sushi dalla parte del pesce e mai da quella del riso, per poco tempo, il giusto necessario per insaporirlo senza stravolgerlo.

Intingere il sushi dalla parte del riso significherebbe innanzitutto sfaldarlo ed inoltre coprire completamente il sapore! Pensate che Naomichi Yasuda, uno dei più grandi sushi maker mondiali, ritiene che sia molto più importante il riso rispette al pesce! Non vorrete mica contraddirlo?

5Non esagerare con il wasabi

Se il vostro nigiri arriva già condito con un po’ di wasabi fidatevi del vostro chef!
Prepara attentamente il vostro sushi, dosa bene tutti i sapori ed è il più adatto a bilanciare gli elementi. Potrete, in seguito, aggiungere ulteriore wasabi ma attenti (specie se è la prima volta che lo provate): aggiungerne troppo rovinerà il perfetto equilibrio creato per voi dal sushi maker.

Se non avete resistito e ora vi ritrovate con un vulcano in bocca vi sveliamo un piccolo segreto: respirate velocemente con il naso e il bruciore passerà in pochi secondi.

6Seguire il giusto ordine

Questa, più che una regola, è un consiglio per enfatizzare il sapore del sushi.

In Giappone è tradizione iniziare con il sashimi, che come ben sappiamo non è vero e proprio sushi in quanto quest’ultimo dovrebbe essere composto sia da pesce che da riso mentre il sashimi consiste nella semplice fettina di pesce, per poi passare ai nigiri.

I nigiri andrebbero consumati da quello con il sapore più delicato, in modo da gustare ogni sfumatura senza avere la bocca coperta da altri sapori, fino a quello con il sapore più forte:
l’ordine corretto sarebbe pesce bianco, pesce argentato, pesce rosso, salmone o uova di salmone e finire poi con il più grasso.

Dopo i nigiri è il momento dei rolls, che segnalano solitamente la fine del pasto.
Non dimenticate di ‘pulire la bocca’ con il gari tra una pietanza ed un’altra, le vostre papille gustative ringrazieranno!

7Non passare il sushi da bacchetta a bacchetta

Abbiamo già detto che è importante sapere come impugnare le bacchette giapponesi, ma è altrettanto importante saper usare le bacchette nel modo corretto.

Per noi non avrà molto senso, ma la tradizione giapponese è piena di riti e cerimonie.
Una di queste è quella che avviene al momento della cremazione: tutti i parenti raccolgono contemporaneamente i resti per riporli nell’urna.

Da qui nasce l’esigenza di non prendere mai lo stesso pezzo di sushi contemporaneamente e di non passare il sushi da bacchetta a bacchetta, in quanto questo gesto ricorda molto il rituale del passaggio delle ossa. Siamo sicuri che dopo aver letto questo non lo farete più…

8Non infilzare il sushi!

Un’altra tradizione significativa in giappone, è quella dell’Obon: si tratta di una cerimonia giapponese per ricordare e onorare i morti.

Nei 3 giorni dell’Obon vengono addobbate le case e i cimiteri con delle lanterne, per permettere ai morti di ‘tornare a casa’ dove li accoglieranno i parenti che li onoreranno dandogli anche del cibo, indovinate come? Esatto, infilzandolo: proprio per questo non è educato e non è di buon auspicio infilzare il sushi.

9Riempire i bicchieri degli altri, ma mai il vostro

State accompagnando il vostro sushi con del sake o qualsiasi altra bevanda? Non riempite il vostro bicchiere! Esatto, in Giappone è considerato maleducato il gesto di versarsi da bere da soli, al contrario bisogna versarlo ai propri commensali, i quali riempiranno poi il nostro bicchiere una volta vuoto. Ovviamente non sarete bloccati in un loop infinito in cui non si finirà mai di versarsi da bere: quando per voi sarà abbastanza basterà non lasciare completamente vuoto il vostro bicchiere.

10Omakase!

Se vi fidate ciecamente del vostro sushi maker, non avrete neanche bisogno di sforzarvi per ordinare, vi basterà una semplice parola: Omakase!

In italiano sarebbe il fatidico ‘fai tu’, che manderebbe in crisi qualsiasi chef, ma in Giappone è anche sinonimo di fiducia, che consente a voi di scoprire nuovi sapori, a volte fatti anche su misura, e allo chef di sbizzarrirsi con sapori e abbinamenti nuovi ed originali!
Vi basterà fidarvi del vostro chef!

Seguendo i nostri consigli potrete mangiare il vostro sushi come un perfetto giapponese: siamo sicuri che anche Jirō Ono, il più anziano chef giapponese specializzato in sushi ad aver ricevuto 3 stelle Michelin, sarebbe fiero di voi!

Strani modi di mangiare il sushi

Avete mai visto qualcuno mangiare sushi con forchetta e coltello? Eravate voi quel qualcuno? Adesso che sapete come si mangia il sushi fateci sapere quali sono i modi più bizzarri di mangiare il sushi che avete visto.

Valutazione: 5.0/5. Da 5 voti.
Please wait...
Gravatar di Roberta Stella
Ciao, mi chiamo Roberta Stella. Nata il 25/01/1995 e studentessa di Giurisprudenza, fino a due anni fa non volevo neanche provare il pesce, poi mi è bastato assaggiare un nigiri al salmone e ora mi ritrovo a scrivere di sushi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here